FRAGRANZE

FRAGRANZE

[/nextpage]




















































OGNI GIORNO

Ogni giorno la sua spina come

una rosa canina che tra gli

sterpi occhieggia lusingando

ma pronta ti punge se t’accosti

soltanto… Il sole brilla dorato

ma a tratti sembra malato come un

fiore troppo sbocciato… Gli

uccelli volano canori, ma il loro

pigolio è un lamento che si ripercuote

nel mio “io” come un vento di bufera…

Non c’è più primavera dentro di me,

perché nel cielo blu non vedo stelle:

si sono spente e cascano giù come

i sogni che non ho più…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *